Una settimana da Premio Nobel

Questa settimana di ottobre rivelerà i vincitori dei premi Nobel di questo 2020. Purtroppo, per via delle restrizioni sanitarie, la proclamazione dei vincitori avverrà online. Ma diamo uno sguardo indietro, al 2019, per cercare ispirazione e motivazione

 

Il 2019 ha lasciato il segno con i premi Nobel per l’economia: infatti, tra i vincitori di tale premio dell’anno scorso, si trova Esther Duflo. Lei è la seconda donna nella storia dei premi Nobel, a portare a casa tale onorificenza proprio in questo settore: l’economia. 

Oltre ad essere tra le pochissime donne ad aver ottenuto tale riconoscimento, la Duflo è anche la persona più giovane a ricevere un Nobel per l’economia. Premio vinto insieme al marito Abhijit Banerjee ed a Michael Kremer, in merito al lavoro da loro svolto per l’approccio sperimentale nella lotta alla povertà globale. 

Da sempre interessata alle cause sociali, ha scritto 4 libri esponendo le sue tesi in materia economica volte al miglioramento delle condizioni socio-economiche di paesi considerati poveri. Sicuramente un grande esempio di umanità. 

 

Chissà chi, in questo particolare ed imprevedibile 2020, verrà premiato con il Nobel per l’economia? E tu hai mai pensato a cosa potresti fare, nel tuo piccolo, per contribuire all’economia del tuo paese? 

Sì, è vero che magari non sei un esperto economista come i vincitori ed i candidati Nobel. È altrettanto vero che l’Italia non è un paese del terzo mondo, ma si può sicuramente affermare che, attualmente, ha bisogno di tutti. Ogni più piccolo aiuto può servire, specialmente se parte da dentro. 

 

Allora, cosa si può fare di concreto per il sistema economico del nostro bel Paese? 

Dopo la crisi socio-sanitaria causata dal Covid-19, tante delle abitudini umane sono cambiate: non solo da una prospettiva singola, ma anche collettiva. Di conseguenza, sono nate nuove esigenze e nuovi mezzi per soddisfarle. Le piccole, medie e grandi imprese di tutto il mondo si sono dovute attrezzare per far fronte a questo particolare e delicato momento storico. 

Si può asserire che i principali salvagente sono stati quelli della tecnologia e del digitale. Infatti, la maggior parte delle soluzioni trovate sia per i privati che per i negozianti, sono state elargite proprio da queste realtà. Si, perché ora la tecnologia ed il digitale non fanno più parte di storie di fantascienza: sono realtà tangibili che hanno modificato in toto la vita di tutti su più fronti. 

 

Il Digitale è vitale

Il Digitale è diventata una vena vitale per il funzionamento di moltissime imprese, specialmente nel periodo di quarantena forzata si è mostrata una valida apertura respiratoria per tutte quelle attività che si sentivano soffocare dalla crisi. 

Con i nuovi mezzi digitali, moltissime imprese sono riuscite a rimanere a galla. Infatti, durante il lockdown molti imprenditori hanno salvato le proprie attività rivolgendosi a multinazionali estere presenti già da tempo sul territorio, come: Just Eat, Deliveroo, e tanti altri. Difatti, nel periodo di reclusione forzata, le aziende che si occupano di commercio elettronico hanno avuto la meglio e come loro, così anche tutte le imprese che ad esse si sono rivolte o che comunque hanno adottato soluzioni simili. 

Durante i mesi di quarantena forzata l’e-commerce mobile ed online regnavano sovrane: Amazon e simili hanno raggiunto picchi che prima erano impensabili. “Consegna a Domicilio”, “home delivery”, “shopping online” sono termini che, specialmente dopo l’esperienza degli ultimi mesi, sono diventati parte integrante del vocabolario e delle abitudini quotidiane praticamente di tutti. 

 

Ma esistono delle soluzioni digitali nazionali? 

Per rispondere a questa domanda è nata Comuni a Domicilio, l’azienda di commercio elettronico che ha elaborato un piano digitale per risollevare l’economia nazionale partendo dalle singole realtà locali. 

Grazie a Comuni a Domicilio anche tu potrai fare la differenza per l’economia e lo farai diventando un punto di riferimento locale nella tua città. Potrai aiutare anche i più piccoli negozi della tua zona, i quali aprendo online eviteranno di chiudere nella realtà. Con Comuni a Domicilio potrai creare un’app locale tramite la quale aiutare i negozianti della tua area non solo a rimanere aperti anche in situazioni d’emergenza, ma anche a raggiungere gli affezionati clienti ed a farsene di nuovi. 

Scopri di più sul progetto di Comuni a Domicilio, non rimanere indietro: proteggi digitalmente i tuoi negozianti contribuendo ad un netto miglioramento economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *