Nasce Torino A domicilio. Svelata l’identità di Super Michele

Torino A domicilio: La nuova agenzia del circuito comuni A domicilio propone un’App potente con cui dare il via alla trasformazione digitale territoriale del capoluogo piemontese.

 

Super Michele: svelata l’identità del nuovo imprenditore digitale

<<Torino è stata la prima capitale d’Italia, città Barocca, centro industriale, patria di numerosi personaggi storici come Cavour, Cesare Pavese o ancora Rita Levi Montalcini. Le strade del capoluogo piemontese lasciano interpretare, al turista di turno, le sue volontà, incantandolo con i suoi palazzi signorili, locali che pullulano di giovani e musei dal fascino eterno.>>

Michele Macagnino si affaccia alla finestra e pensa questo della sua Torino, mentre ne osserva i cortili dove era solito scorrazzare da piccolo. Quella polvere di cui il tempo ricopre i ricordi non si è infatti posata sulla vita del nostro Super Eroe. 

Ma è proprio passeggiando per le strade che si accorge del pericolo che si sta diffondendo a macchia d’olio tra i commercianti del posto. Il pericolo dell’offline. 

Autodidatta del PC durante gli anni novanta, l’esperto imprenditore nota ogni giorno come il digitale stia diventando il pane quotidiano per cittadini e turisti. Ma la sua città non sembra andare di pari passo al progresso tecnologico.

Un giorno, camminando per le insospettabili strade torinesi, sente un tizio intimare qualcosa al proprietario della storica trattoria all’angolo. 

Il tizio che parla, un tipo losco, cupo, con occhi scuri e baffo all’insù, si accorge di Michele e si defila velocemente tra i vicoli, facendo perdere le sue tracce al nostro Michele. L’imprenditore, insospettitosi, prova a inseguirlo, ma rimane immobile quando a terra vede un bigliettino da visita parecchio consumato e nero come il carbone. 

Scritto sul bigliettino a caratteri minuscoli, quasi illeggibili: “Compagnia dei Cattivi Anti-Rete, Nome: Mr.Offline”.

Michele pensa che se il tizio avesse avuto un bigliettino in formato digitale probabilmente non l’avrebbe perso così facilmente! Si compiace ma, subito dopo, realizza una triste verità: quest’uomo, questo fantomatico Mr. Offline, sta diffondendo la cultura dell’anti-digitalizzazione, l’anti-evoluzione di mercato, diffondendo il panico tra le attività commerciali torinesi. 

È a questo punto che la strada di comuni A domicilio e quella del coraggioso eroe torinese si incrociano.

 

Una nuova era più digitale: Torino A domicilio

Il giorno dopo, Michele, si alza desideroso di combattere questo pericolo, l’assenza in rete delle attività territoriali. È pronto per diffondere una mentalità digitale e proteggere l’economia locale. Così, prende il suo mantello e si catapulta verso il suo nuovo futuro digitale. 

Entra in contatto con il team digitale di comuni A domicilio e chiede loro di plasmare la potente App Torino A domicilio con cui dare il via alla trasformazione digitale del capoluogo piemontese. L’imprenditore torinese si trasforma in Super Michele ed entra nel team di Super Eroi del digitale di comuni A domicilio. 

Super Michele, imprenditore di altre società, è esperto di mercati e conosce la situazione economica in cui purtroppo molte attività sono finite a causa della crisi pandemica, della globalizzazione e a causa dell’apertura di grandi marketplace online. 

Le aziende del territorio non riescono a competere con colossi internazionali del delivery che attivano spropositate campagne pubblicitarie e che trovano voce in personaggi famosi che guadagnano promuovendone i servizi.

L’idea di Michele di creare una rete locale online che metta in luce le eccellenze e le imprese torinesi è davvero vincente però. Così come in altre località italiane, la nuova App del circuito di comuni A domicilio garantirà ai cittadini di ordinare online prodotti proposti dai commercianti locali. 

Torino A domicilio è la Super App scaricabile gratuitamente sia da Play Store che da Apple Store, realizzata rispettivamente per dispositivi Android e iPhone. 

L’app territoriale digitalizza le imprese e rende disponibile per la comunità il servizio di consegna di vari beni di consumo, non solo cibo, spesa o medicinali. Essa mette al primo posto la crescita dell’economia locale e digitale, lo sviluppo della rete commerciale cittadina e una scelta più consapevole dei prodotti che acquistiamo. 

Ma la storia non finisce qui, anzi. 

Super Michele è solo all’inizio della sua avventura imprenditoriale. La missione è impegnativa e i non-digitalizzati, da convertire all’online, sono degli ossi duri.

To be continued…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *