Arriva Pistoia a Domicilio. Terza bandierina in Toscana per il network imprenditoriale di Comuni a Domicilio

Dopo la nascita di Valdelsa a Domicilio e l’imminente apertura di Firenze a Domicilio, la Toscana si prepara ad accogliere Pistoia a Domicilio, il network che mette in contatto le imprese locali con i cittadini pistoiesi. Si tratta della terza bandierina toscana per il marchio Comuni a Domicilio.

Dopo il periodo di emergenza affrontato, è risultato evidente quanto i servizi di e-commerce mobile e home deliverysiano fondamentali per permettere agli esercenti di continuare la propria attività in tutta sicurezza. La Toscana, in questo senso, si è rivelata molto attenta ai cambiamenti di mercato ed alle nuove richieste dei cittadini. Gli italiani, infatti, apprezzano molto l’opportunità di fare shopping online, in primis per sicurezza e comodità.

 

Pistoia a Domicilio è un valore aggiunto per la città

L’agenzia a marchio Pistoia a Domicilio fa parte del network Comuni a Domicilio e la sua apertura è un supporto attivo nei confronti del territorio; offre, infatti, molti servizi che soddisfano le esigenze di mercato.

In particolare, i servizi di punta sono tre:

  1. E-commerce mobile. Grazie alla App Cittadina, aiuta le aziende a vendere online. E non solo: l’app consente alle imprese di poter ricevere prenotazioni d’asporto o di coperti, di poter consultare un menù digitale, e molto altro ancora;
  2. Consegne a domicilio. Grazie ad un servizio curato e preciso, permette di consegnare a casa dei clienti qualsiasi cosa;
  3. Social Media Marketing. Grazie a delle campagne dedicate, sostiene le aziende facendole notare online

Approfondiamo un po’ quali vantaggi portano queste opzioni.

 

Mobile commerce, una scelta di successo

Pistoia a Domicilio apre, alle imprese, le porte del mondo dei servizi online e delle App, offrendo la possibilità di sfruttare i vantaggi dell’e-commerce mobile.

Infatti, grazie alla esclusiva App cittadina, le aziende hanno l’opportunità di valorizzare, sponsorizzare e vendere online i propri prodotti e servizi.

Allo stesso tempo, i cittadini possono confrontare, scegliere ed acquistare i prodotti e i servizi preferiti online, potendo effettuare sia un pagamento digitale (evitando di maneggiare contante); oppure optando per il pagamento fisico (per chi non ha molta dimestichezza o preferisce non utilizzare carte di credito).

L’App territoriale è una parte fondamentale del business di Pistoia a Domicilio, in quanto permette ad imprese e privati di rimanere sempre in contatto.

L’e-commerce è ormai necessario per qualsiasi attività, soprattutto dopo il periodo di lockdown che ha portato ad una sua impennata: secondo gli studi, la crescita durante la pandemia di coronavirus ha fatto aumentare le vendite anche alle aziende che non avevano mai venduto online.

Lato cliente, tale situazione ha portato molti consumatori a cimentarsi negli acquisti online per la prima volta.

Tale incremento è stato vissuto a livello globale: il 47% degli utenti, nelle ultime settimane, ha passato più tempo a fare shopping online. Ecco la suddivisione per età:

  • Il 46% degli utenti di Internet tra i 16 e i 24 anni
  • 53% di utenti tra 25 e 34 anni
  • Il 50% degli utenti di Internet di età compresa tra 35 e 44 anni
  • 42% di utenti tra 45 e 54 anni
  • Il 32% degli utenti di Internet tra i 55 e i 64 anni.

L’e-commerce sta, quindi, vivendo un periodo d’oro. Perché, allora, Pistoia a Domicilio punta sull’App e non, semplicemente, su un sito?

Perché l’e-commerce mobile è il commercio del futuro, in particolare in Italia, dove è particolarmente apprezzato, come sottolinea anche uno studio effettuato da PayPal in collaborazione con Ipsos.

Il 72% degli acquirenti intervistati, infatti, utilizza lo smartphone per acquisti o pagamenti online. La percentuale arriva al 77% quando si inquadra la Generazione Z, che comprende i nati dopo il 2000.

 

Home delivery: un’ancora di salvezza durante il lockdown

Altro aspetto importante è quello del settore dell’home delivery, che ha registrato una fortissima crescita, in particolare durante il periodo di lockdown.

Infatti, questa possibilità ha permesso a moltissime attività commerciali di sopravvivere all’emergenza, continuando a vendere i propri prodotti (e servizi) anche durante la pandemia.

Tale opzione è stata molto apprezzata dai cittadini, che hanno aderito con entusiasmo utilizzando attivamente il servizio. Non solo: in molti hanno dimostrato di preferire lo shopping presso i negozi locali, acquistando i prodotti preferiti da commercianti conosciuti e fidati.

Ecco, quindi, il valore aggiunto di Pistoia a Domicilio: mette a disposizione un efficiente servizio di home delivery con un’identità fortemente legata al territorio.

Si tratta di un servizio fondamentale, sia perché gli utenti hanno scoperto quanto sia comodo e pratico, sia perché permette alle aziende di vendere in modo sicuro.

Inoltre, è un valido supporto per tutti coloro che hanno faticato a mettere in piedi una rete di home delivery o, addirittura, non sono stati in grado di farlo.

In questo modo, si aiutano le imprese a fare la differenza, si offre ai cittadini un servizio di consegna a domicilio curato ed efficiente e si supporta il rilancio dell’economia locale.

 

Social media marketing: quando la comunicazione fa la differenza

Per ogni azienda, di qualsiasi cosa si occupi, oggi è fondamentale curare i propri canali social, per restituire agli utenti una buona immagine.

Creare un brand identity stabile ed efficace permette alle imprese di farsi conoscere e apprezzare, creando fiducia nei clienti e aumentato l’attività commerciale.

Instagram e Facebook sono i nuovi canali pubblicitari per eccellenza, che generano molte più interazioni rispetto ai tradizionali siti web. I social network rispecchiano la realtà di oggi, veloce e in continuo cambiamento, che necessita, ogni giorno, di nuovi contenuti.

Ecco perché Pistoia a Domicilio si occupa anche di sponsorizzare le imprese del proprio circuito, tramite contenuti social dedicati, nonché promozioni e iniziative locali.

In questo modo, contribuisce all’aumento del fatturato.

 

Pistoia a Domicilio porta una ventata di novità

Ecco quindi che in maniera veloce, semplice ed efficace, Pistoia a Domicilio si pone come “chiave di volta” per permettere alle realtà locali e ai cittadini di rimanere in contatto, creando una rete affidabile basata anche sulla conoscenza e sulla fiducia dell’interlocutore, oltre che all’efficienza e all’efficacia dei servizi offerti.

Il network sarà attivo a settembre, rendendo disponibile l’App Cittadina Pistoia a Domicilio sia per Android che per Ios, così da poter, finalmente, permettere di usufruire di tutti i vantaggi messi a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *