Sardegna, nasce Olbia A Domicilio

Olbia battezza il nord della Sardegna e sceglie il marchio Comuni a Domicilio. Adesso anche le imprese sarde possono contrastare i colossi dell’e-commerce. 

 

Se i big dell’e-commerce faticano a rimanere al passo con il crescente numero di ordini a domicilio, crescono sempre più le realtà che si mettono in gioco per offrire servizi digitali ad imprese e consumatori. È il caso di Olbia A Domicilio.

 

Olbia a Domicilio: un “agenzia online”, tante opportunità concrete

Può sembrare un ossimoro, una contraddizione, ma non lo è: da un mezzo virtuale, possono nascere tante opportunità tangibili. Ecco perché nasce Olbia A Domicilio.

Agenzia di commercio elettronico, nata nella città di cui porta il nome, ha uno scopo ben preciso: risanare l’economia olbiense con soluzioni digitali, offrendo un aiuto concreto alle imprese del territorio. 

Olbia a Domicilio, è nata, dunque, ad Olbia per l’economia olbiese e per gli olbiensi. Sì, perché è solo aiutandosi a vicenda che si potrà tornare alla vita di prima. 

La nuova agenzia a marchio Comuni A Domicilio fonda le sue radici digitali nell’omonima App territoriale che permette ai cittadini di soddisfare i loro bisogni aiutando i commercianti locali. 

 

Olbia A Domicilio contro i “padroni del mondo”

Olbia a Domicilio, come anticipato, si basa sull’omonima app all’interno della quale sarà possibile trovare tutti i negozi olbiensi. Qualcuno potrebbe esclamare “Esiste l’App di Amazon!” o anche “C’è già JustEat”. Ma il punto è un altro.

Mentre, su queste app, le imprese olbiensi non sono padrone dei propri clienti; non hanno potere di negoziazione; non sono realmente valorizzate dalle piattaforme; con l’App Olbia A Domicilio le cose sono completamente diverse. 

Infatti, l’App olbiense permette ai negozianti di avere una vera relazione con i propri clienti. Parliamo di un enorme valore aggiunto. 

Infatti, gli imprenditori olbiesi, dopo aver creato una vera e propria versione digitale dei loro negozi avranno l’enorme vantaggio di poter arricchire il proprio portafoglio clienti: potranno memorizzare e raggiungere i loro clienti sul serio e fidelizzarli nel medio-lungo periodo. 

Naturalmente, dopo aver aperto il proprio negozio online, potranno integrare i servizi di e-commerce mobile, vetrine virtuali, menù digitali e consegna a domicilio. 

Con l’app, chiunque la scaricherà nel proprio smartphone, potrà ordinare ciò di cui ha bisogno dal suo negozio di fiducia, proprio quello “sotto casa”. Infatti, Olbia a Domicilio non sarà una semplice App di delivery come le altre: diventerà una piazza virtuale, dove clienti e negozianti potranno continuare i loro rapporti commerciali, sostenendosi a vicenda. 

Chi acquisterà da Olbia a Domicilio, saprà esattamente la provenienza del suo prodotto perché sarà la stessa di sempre, solo che potrà ricevere l’acquisto dove e quando vuole. 

Le soluzioni per ottenere il prodotto desiderato saranno le seguenti:

  • Consegna a domicilio (o dovunque all’interno della città);
  • Take Away: il cliente, dopo essersi accordato con il negoziante, potrà passare a ritirare il prodotto pagando sul momento;
  • Click and Collect: il cliente ha la possibilità di pagare il prodotto anticipatamente, tramite carta di credito, e passare a ritirare l’acquisto in negozio;
  • Prenotazione per consumazione in loco: il cliente prenota, direttamente tramite l’app, il servizio da consumare in loco.

 

Olbia a Domicilio dà una nuova occasione all’economia locale

Olbia a Domicilio va in contro a tutti: non fa distinzioni di alcun tipo. Infatti, all’interno dell’app possono trovarsi negozi di qualsiasi tipologia: non solo ristoranti.

Versatilità e flessibilità fanno di Olbia a Domicilio un’applicazione unica nel suo genere. Con la qualità e la varietà dei servizi che l’agenzia offre ai negozianti, qualunque tipologia di negozio può aprire la sua versione digitale. Il servizio di Olbia a Domicilio si addice perfettamente a negozi di abbigliamento, centri estetici, farmacie, supermercati, ristoranti, lavanderie, liberi professionisti e chi più ne ha, più ne metta. 

Olbia a Domicilio dà una nuova occasione all’economia locale: l’opportunità di ripartire da una realtà digitale, al passo con le nuove esigenze di imprese e cittadini olbiensi. In effetti, non si può più negare l’importanza che certe soluzioni digitali hanno assunto durante questi ultimi anni e, specialmente, in questi ultimi mesi. 

Col Digitale si vive meglio

Se si pensa proprio a quest’anno – che (per fortuna o no) sta giungendo al termine – uno dei principali insegnamenti, che si possono ricavare dall’esperienza della quarantena forzata, è che con il digitale si vive meglio. La tecnologia e le soluzioni annesse a questa sfera, sono molteplici e create proprio per semplificare la vita di tutti, quindi tanto vale sfruttarle.

Allo stesso tempo, Olbia a Domicilio è diversa dalle altre applicazioni che si occupano di delivery sul territorio. Infatti, non solo è un’app made in Olbia, ma è un servizio totalmente dedicato al benessere dell’economia locale e degli olbiensi. 

Infine, non dobbiamo dimenticare che le imprese che non saranno al passo con la tecnologia, avranno poche chances di rimanere a galla, specie se pensiamo alla forte presenza di certi colossi digitali a cui la maggior parte di noi si affida quotidianamente, in mancanza di alternative valide e territoriali come Olbia A Domicilio. 

E nella tua città c’è un’agenzia “A Domicilio”? Fai come Olbia e scegli anche tu il franchising fatto su misura per il tuo futuro e per quello della tua città!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *