Sciacca a Domicilio è il nuovo servizio di consegne con App che aiuterà le imprese a reagire alla crisi post pandemia

Sciacca a Domicilio è il servizio di consegna domicilio dedicato alla città: innovativo, digitalizzato e al passo coi tempi, è la risposta per affrontare la crisi dovuta alla pandemia in atto, valorizzando le attività commerciali della zona.

 

Una splendida città ricca di tradizione che guarda al futuro. Ecco perché nasce Sciacca a Domicilio

Sciacca è una splendida città di mare, colorata e piena di vita. Già passeggiare lungo le vie, su cui si affacciano gli edifici color pastello è una gioia per gli occhi. Per non parlare delle raffinate ceramiche, tipiche del luogo, che fanno bella mostra sui vasi esposti lungo le strade.

La bellezza di Sciacca è accentuata da vari siti culturali degni di nota, tra cui alcune chiese assolutamente da visitare. Il centro storico è poi ricco di fascino e molto particolare, caratterizzato dalle contaminazioni arabe e normanne.

Insomma, si tratta di una realtà carica di storia, ma non per questo ferma nel passato: molto amata per il turismo ed anche set di uno show di moda organizzato da Dolce e Gabbana, Sciacca sa bene che è assolutamente necessario rimanere al passo con i tempi.

Per questo motivo, a partire da luglio 2020, partirà Sciacca a Domicilio, il servizio di e-commerce mobile e consegna a domicilio, pensato appositamente per sostenere le attività commerciali locali. Una soluzione per adeguare alle necessità odierne i servizi offerti dalla città.

Vediamo, un po’ più nello specifico, di cosa si tratta.

 

Sciacca a Domicilio è un’app dedicata per supportare un commercio “tutto locale”

Sciacca a Domicilio fa parte di un franchising il cui scopo è quello di mettere in contatto imprese e privati della città.
Il punto di forza è l’app, che permette alle imprese del territorio di essere sempre “a portata di mano” dei cittadini: sono, infatti, sufficienti uno smartphone e pochi click per effettuare i propri acquisti.

Inoltre, viene offerto un efficiente servizio di consegna a domicilio. Dunque, una volta effettuato l’acquisto, non resta che aspettare la consegna direttamente a casa propria.

Il servizio è efficace e innovativo, in quanto non si limita a portare cibo a domicilio, bensì consegna tutto quello che a una persona, o a una famiglia, può servire.

A differenza delle maggiori agenzie di food delivery, infatti, Sciacca a Domicilio offre un servizio completo a 360°: dalla spesa ai farmaci, dall’abbigliamento fresco di lavanderia a fiori e piante, per non parlare di giocattoli e materiale per l’infanzia o di cibo per gli amici a quattro zampe, i prodotti vengono recapitati a domicilio con efficienza e cura.

E il valore aggiunto è dato dal fatto che gli acquisti non provengono da anonime aziende, bensì da quelle conosciute, presenti in città: il panettiere sotto casa, la pizzeria del cuore, la gastronomia di fiducia.

Che si tratti di realtà già conosciute, o di nuovi negozi, Sciacca a Domicilio si occuperà anche di creare iniziative di marketing locale, così che i cittadini possano conoscere tutte lo possibilità che la città offre.

 

Efficacia dell’e-commerce mobile, il preferito dagli utenti

La scelta di utilizzare un’app per offrire un servizio completo, utile e pratico è semplice: gli utenti italiani prediligono, sempre più, fare i propri acquisti tramite mobile.

Secondo un report di Casaleggio Associati, infatti, gli utenti italiani online preferiscono utilizzare lo smartphone per i propri acquisti. I dati dicono che ben l’85% della popolazione attiva su Web usa il mobile per fare shopping. Inoltre, il 34% di questi afferma di utilizzarlo spesso, mentre il 14% lo sfrutta sempre.

Fare acquisti da mobile è comodo, perché:

  • lo smartphone è sempre acceso e a disposizione
  • si possono effettuare gli acquisti ovunque ci si trovi
  • le app sono, solitamente, più semplici ed intuitive dei siti

In aggiunta a questo, effettuare gli acquisti tramite e-commerce non è più solo una tendenza, bensì una necessità irrinunciabile.

 

Covid-19: cambio di abitudini e impennata dell’e-commerce

Sono anni che l’ambito dell’e-commerce, in generale, è in costante crescita. Si prevedeva un andamento continuo in tal senso, finché non è arrivata la pandemia in atto, che ha sconvolto e rivoluzionato tutte le statistiche.

La digitalizzazione, durante i mesi in cui il Covid-19 ha costretto tutti a rimanere relegati in casa, ha subito un’impennata inaspettata e senza precedenti, toccando diversi settori della vita quotidiana di ognuno. Basti pensare alla DAD (Didattica A Distanza), messa in campo velocemente per permettere a bambini e ragazzi di continuare la scuola. Altro esempio esplicativo è la possibilità di inviare in maniera telematica le prescrizioni mediche o, ancora, l’introduzione dello smart working.

Ovviamente, anche i consumi e il metodo di fare shopping si sono dovuti adattare alle limitazioni legate al lockdown. Ecco quindi che, per soddisfare le richieste dei clienti e far fronte all’impossibilità di effettuare acquisti fisicamente, moltissimi esercizi commerciali si sono lanciati nel campo della consegna a domicilio.

Netcomm ha analizzato i dati a disposizione: ad oggi, i nuovi consumatori online sono ben 2 milioni in più, di cui 1,3 milioni approdati alle piattaforme di e-commerce proprio durante la quarantena. La cifra, rispetto allo stesso periodo del 2019, è pressoché triplicata.

Tale tendenza dovrebbe continuare durante tutto il 2020: sempre Netcomm prevede un clamoroso aumento del 55% degli acquisti online, contro il 15% degli ultimi anni.

L’obbligo di restare a casa, ha sgretolato la reticenza di moltissimi utenti riguardo lo shopping tramite e-commerce.

 

Possibilità di acquistare tramite e-commerce: scelta lungimirante delle aziende

Come sottolineato in precedenza, dunque, durante il lockdown c’è stato un boom di acquisti online. Quest’inaspettato incremento ha, però, messo in difficoltà sia colossi come Amazon (che hanno faticato a star dietro alla mole di ordini) che la grande distribuzione (quasi impossibile trovare uno slot per prenotare la consegna della spesa a domicilio).

Ecco che questa situazione ha portato ad una controtendenza nelle usuali abitudini, promuovendo “l’e-commerce di prossimità“. I negozi si sono, quindi, attrezzati per mantenere i rapporti con i clienti e continuare a offrire i propri prodotti. Scelta vincente confermata da Netcomm: il 77% delle aziende che vende online ha infatti acquisito nuovi clienti già nelle prime due settimane di quarantena.

Ed è proprio in questo panorama che Sciacca a Domicilio vuole diventare di vero supporto alle aziende locali per mantenere viva la relazione con i clienti, aiutandole a creare un servizio di home delivery professionale ed efficace, ormai necessario per affrontare la condizione eccezionale in cui ci troviamo tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *